15% di sconto di Benvenuto con coupon KARMA15 / Spedizione gratuita per ordini superiori a 50 € / 20g di Trim Premium CBD in omaggio nel tuo ordine / We ship all over Europe

Come Fare l'Olio di Canapa
  • 0

L’olio di canapa è un elisir della natura che può essere utilizzato in cucina e come unguento per la pelle. Si trova facilmente in commercio. Tuttavia, se vuoi essere sicuro di avere un prodotto al 100% naturale, puoi anche prepararlo in casa. In questo articolo vedremo come fare l’olio di canapa in casa. Vedremo anche come produrre olio di canapa CBD in casa utilizzando l’olio di canapa come vettore. 

Differenza tra olio di canapa e olio cbd

Prima di vedere come produrre l’olio di canapa in casa è necessario specificare le differenze con l’olio CBD. L’olio di canapa è un olio vegetale che si ottiene dalla spremitura a freddo dei semi della Cannabis Sativa. Poiché è prodotto dai semi, non contiene cannabidiolo. È, però, ricco di nutrienti come vitamine e acidi grassi omega 3 e omega 6. È anche ricco di minerali quali calcio, ferro, fosforo e potassio. Grazie a tali nutrienti, l’olio di canapa è particolarmente apprezzato per i tanti benefici sulla salute. L’olio CBD, invece, viene estratto delle infiorescenze di cannabis ed è ricco di cannabidiolo. Delle proprietà dell’olio CBD abbiamo parlato ampiamente nel nostro blog.

Come fare l’olio di canapa in pochi semplici passaggi

Per produrre l’olio di canapa hai bisogno, innanzitutto, di un estrattore di olio. Consigliamo un macchinario per la spremitura dei semi a freddo. Questo metodo, infatti, è il migliore per mantenere intatti i nutrienti della pianta. Il vantaggio è che potrai utilizzare questo macchinario per produrre altri tipi di oli. Potrai produrre olio di girasole, cocco, semi di lino, arachidi, semi di zucca, noci, sesamo e altri ancora. Oltre a questo, avrai bisogno solo dei semi di canapa.

La quantità di semi di canapa necessaria può variare a seconda di diversi fattori. Tra questi citiamo la resa di olio ottenuta dalla spremitura dei semi e la concentrazione dell’olio che vuoi ottenere. In generale, la resa media di olio dai semi di canapa varia tra il 30% e il 35%. Ciò significa che da 100 grammi di semi di canapa si possono ottenere circa 30-35 ml di olio. Quindi, se vuoi produrre 100 ml di olio di canapa ti serviranno circa 300 grammi di semi. Tutto ciò che dovrai fare è inserire i semi nella tramoggia. Segui le istruzioni del macchinario che hai acquistato per ottenere un prodotto ottimale.

Usi dell’olio di canapa 

Puoi utilizzare l’olio di canapa in cucina, come condimento per insalate e verdure. Puoi anche aggiungerlo a piatti pronti, a salse e condimenti oppure per preparare frullati e smoothie. Come integratore alimentare, l’olio di semi di canapa abbassa i livelli di colesterolo e riduce placca arteriosa e pressione sanguigna.

Puoi anche usarlo per preparare degli unguenti per la cura dei capelli e della pelle. Usato come maschera per i capelli, l’olio di canapa nutrirà e proteggerà le fibre capillari. Sulla pelle, invece, avrà un effetto nutriente e idratante. L’olio di semi di canapa contiene livelli molto elevati di acidi grassi essenziali linoleici e alfa-linoleici. Questi nutrienti lubrificano e idratano la pelle. Sono particolarmente utili nel trattamento di eczema, psoriasi ed eruzioni cutanee

Per produrre l’unguento ti basterà sciogliere della cera d’api a fuoco dolce e aggiungerla all’olio di canapa ; per quanto riguarda la quantità, dipende dal tipo di prodotto che vuoi ottenere. Per un unguento denso, userai un rapporto 1:4 (25 ml di cera d’api per 100 ml di olio di canapa). Se preferisci un unguento più morbido, il rapporto è 1:6. Equivale a circa 17 ml di cera d’api per 100 ml di olio di canapa.

Per utilizzarlo, basta applicare l’unguento sulle aree interessate della pelle e massaggiarlo delicatamente. A differenza di molti oli naturali, l’olio di semi di canapa non è comedogenico, quindi viene rapidamente assorbito dalla pelle. Consigliamo di preparare la quantità di olio di cui hai bisogno volta per volta per evitare sprechi. Se intendi conservarlo, conservalo in un luogo fresco e asciutto. Durerà circa 6-12 mesi.

Come Fare l'Olio di Canapa
L’Olio di Canapa e l’Olio CBD sono due prodotti estratti da procedimenti diversi.

Come fare olio di canapa CBD

Per produrre 100 ml di olio di canapa CBD a casa, avrai bisogno di 100 ml di olio di canapa e di 5-6 grammi di infiorescenze. Puoi variare questa quantità in base a quello che vuoi ottenere. Userai meno fiori se vuoi un prodotto meno concentrato. Userai più fiori se preferisci maggiore concentrazione. In ogni caso, non esagerare con il quantitativo superando troppo le dosi consigliate.

Assicurati, poi, che i fiori di cannabis siano di ottima qualità. Acquistando quelli presenti nello shop di Green Karma, andrai sul sicuro. Assicurati che i fiori di cannabis abbiano una buona percentuale di CBD per godere dei benefici del cannabidiolo. Un contenuto di CBD pari al 20% è ideale. La percentuale varierà, ancora una volta, in base al concentrato che desideri ottenere.

Preriscalda il forno a circa 105°C. Usa un termometro da forno per essere sicuro sulla temperatura. Usando un grinder o un macinino manuale, macina i fiori di cannabis grossolanamente. Non fare pezzi troppo piccoli o finirai per bruciarli.

Distribuisci i fiori di cannabis macinati su una teglia, creando uno strato uniforme e copri con un foglio di alluminio. Ricorda di far arieggiare l’ambiente perché la cannabis emetterà un forte odore. Cuoci per 30 minuti, assicurandoti che la temperatura del forno sia intorno ai 105-110°C. Una volta finito, lascia raffreddare i fiori per 45 minuti. Se tutto è andato bene, i fiori appariranno di colore bruno dorato.

Ora scalda a fuoco basso l’olio di semi di canapa. Controlla che non sfrigoli. Utilizza un termometro per carne per controllare la temperatura dell’olio, dovrebbe aggirarsi intorno ai 65,6°C. Attento che non raggiunga i 90°C o i cannabinoidi evaporeranno.

Ora lascia cuocere la miscela per un tempo massimo di 4 ore. Più a lungo cucini, più cannabinoidi verranno infusi nell’olio e più forte sarà il tuo prodotto finale. Infine, filtra il composto per separare ed eliminare la materia vegetale. Puoi usare un filtro per il caffè o due o tre tovaglioli di carta sovrapposti. Conserva il tuo olio CBD in un luogo buio a temperatura ambiente.

Una piccola nota

Per produrre olio CBD puoi usare altri oli vettori, come quello d’oliva o quello di cocco. Tuttavia, se utilizzi l’olio di canapa, godrai appieno di tutti i benefici di questa pianta. Non solo di quelli del cannabidiolo, ma anche dei preziosi nutrienti presenti nei semi.

Conclusioni

Come hai visto, produrre olio di canapa e olio di canapa CBD è più che facile. Non ci sono rischi, a parte quello di bruciarsi, e bastano pochissimi ingredienti. Inoltre otterrai un prodotto benefico, versatile e puro al 100%. Forse acquistare uno spremitore di olio può sembrare dispendioso, ma trovi buoni modelli domestici a poche centinaia di euro. 

Considera che, dato che ti permetterà di produrre altri tipi di oli vegetali in casa, non dovrai mai più acquistarli.  Questo si traduce in un maggiore risparmio a lungo termine. Senza contare che potrai produrre olio di canapa fatto in casa di alta qualità e magari cominciare un business, perché no? Decidi tu come utilizzare al meglio questo incredibile prodotto.

Scrivere una recensione

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *