15% di sconto di Benvenuto con coupon KARMA15 / Spedizione gratuita per ordini superiori a 50 € / 20g di Trim Premium CBD in omaggio nel tuo ordine 📦 / We ship all over Europe

Cos'è la THCv? Effetti e Benefici sull'Organismo
  • 0

Fino a poco tempo fa si pensava che l’unico effetto della cannabis fosse quello psicoattivo provocato dal THC. È stato solo grazie agli studi recenti che i benefici del cannabidiolo sono diventati noti. Ma il cannabidiolo non è l’unico principio attivo della cannabis a fare bene al corpo umano. Questa pianta straordinaria contiene molti altri cannabinoidi che stiamo scoprendo pian piano. Uno di questi è la tetraidrocannabivarina o THCv. In questo articolo vedremo cos’è la THCv e quali benefici può portare all’organismo. Vedremo quali effetti dà sul cervello e quali possono essere i possibili impieghi in medicina. Se vuoi saperne di più sull’argomento, continua a leggere!

Cos’è la THCv

La cannabis contiene oltre un centinaio di principi attivi chiamati cannabinoidi, in grado di interagire con il nostro sistema endocannabinoide. La THCv, o tetraidrocannabivarina, è uno dei cannabinoidi minori presente in alcune varietà di canapa e marijuana. La THCv condivide alcune somiglianze con il delta-9 THC, il cannabinoide psicoattivo della marijuana. Possiede, però, anche delle caratteristiche specifiche. 

A dosi elevate, la THCv ha proprietà psicoattive, proprio come il THC, anche se questi effetti sono molto più blandi. Tuttavia, a differenza del THC che stimola l’appetito, la THCv lo sopprime. Inoltre, può contrastare alcuni degli effetti collaterali associati al THC che riguardano ansia e nervosismo.

Quali sono i vantaggi del THCv? Le prime ricerche

Recenti studi hanno dimostrato che la THCv interagisce con il sistema endocannabinoide del nostro corpo, influenzando varie funzioni fisiologiche. L’influenza sull’appetito e sull’umore è dovuta alla sua interazione con i recettori CB1 e CB2 presenti nel cervello. Questi recettori sono coinvolti nella regolazione dell’assunzione di cibo e dell’umore.

Finora, le ricerche hanno dimostrato che la THCv potrebbe rappresentare un trattamento valido per alcune condizioni mediche. Questa potrebbe avere proprietà antinfiammatorie e neuroprotettive, oltre a essere utile per il controllo del peso e della sensibilità all’insulina.

Prima di entrare nello specifico e vedere i benefici della THCv, è necessaria una piccola premessa. La ricerca sulla THCv è ancora limitata e gli studi sono stati condotti prevalentemente su animali e tessuti. Non esistono ancora evidenze inconfutabili che confermino i benefici per il benessere umano. Tuttavia, i risultati delle ricerche attuali sono promettenti. Molte persone, come vedremo, utilizzano la THCv per sperimentare i suoi effetti rilassanti e migliorare la concentrazione e la produttività.

Cos'è la THCv? Effetti e Benefici sull'Organismo
La THCv è uno dei cannabinoidi minori presente nella canapa light

  1. La THCv può ridurre l’appetito

A differenza del THC, che è noto per stimolare la cosiddetta “fame chimica”, la THCv sembra avere l’effetto opposto. Almeno questo è quanto emerge dalle ricerche sugli effetti del THCv sull’appetito condotte fino a ora. La THCv agisce bloccando il recettore CB1 nel cervello associato alla voglia di cibo e alla fame. Questo effetto potrebbe aiutare le persone a gestire le variazioni di peso. Può, inoltre, essere utile per coloro che cercano di regolare l’appetito con rimedi più sani e naturali.

Il fatto che la THCv riduca la fame e la voglia di assumere cibo, suggerisce un potenziale utilizzo contro l’obesità. È importante sottolineare che le ricerche sull’efficacia del THCv nell’essere umano sono ancora in corso, e sono necessari ulteriori studi per confermare questi risultati.

  1. Migliora la sensibilità all’insulina

Uno studio pubblicato nel 2020 ha gettato luce sulla potenziale capacità della THCv di migliorare la sensibilità all’insulina. L’insulina svolge un ruolo cruciale nella regolazione dei livelli di zucchero nel sangue. La sensibilità del corpo a questo ormone è fondamentale per il controllo glicemico. Gli individui con maggiore sensibilità all’insulina hanno un minore rischio di sviluppare il diabete. Questo avviene perché il loro corpo è in grado di mantenere sotto controllo i livelli di glucosio nel sangue.

D’altro canto, la resistenza o la scarsa sensibilità all’insulina aumenta il rischio di sviluppare il diabete. Il corpo, infatti, non è in grado di elaborare efficacemente il glucosio. Questa condizione è spesso associata all’aumento di peso, dato che il corpo immagazzina il glucosio sotto forma di grasso.

Mancano ancora studi sugli effetti del THCv nell’uomo, ma le ricerche condotte su modelli murini suggeriscono un buon potenziale nell’affrontare l’intolleranza al glucosio e migliorare la sensibilità all’insulina. Questi sono risultati interessati che potrebbero aprire nuove prospettive nel trattamento del diabete.

  1. Effetti antipsicotici

I farmaci antipsicotici vengono utilizzati per trattare la psicosi. La psicosi è una condizione mentale che comporta la perdita di contatto con la realtà. I sintomi della psicosi comprendono allucinazioni, deliri, attacchi di panico e disturbi del pensiero. Gli antipsicotici agiscono riducendo l’attività di alcune sostanze chimiche nel cervello, come la dopamina e la serotonina, per stabilizzare l’umore e migliorare i sintomi.

La THCv sembra poter migliorare l’attivazione di alcuni recettori 5-HT1A, che potrebbero mitigare alcuni dei sintomi della psicosi. Questa scoperta apre la porta ad ulteriori ricerche sul potenziale utilizzo del THCv nei trattamenti psichiatrici.

  1. Effetti antinfiammatori

Una ricerca recente ha evidenziato che la THCv inibisce la produzione di nitriti nelle cellule infiammatorie, suggerendo proprietà antinfiammatorie. Questo potrebbe avere implicazioni significative per il trattamento di malattie che prevedono l’infiammazione.

Effetti del THCv sul cervello

Come accennato, la THCv ha degli effetti psicoattivi, ma questi sono più lievi e di più breve durata rispetto al THC. Come testimoniano coloro che l’hanno provata, quando si assume la THCv, si rimane “sobri“, non si avverte nessun senso d’intontimento. Non si perde la cognizione di sé, del tempo o dello spazio. Tuttavia, molte persone hanno trovato la THCv utile per diversi compiti cognitivi. 

Secondo queste testimonianze, la THCv avrebbe portato a una concentrazione profonda a un aumento della creatività e a un aumento dell’entusiasmo nello svolgere determinati compiti. Questo è sicuramente un vantaggio per tutti coloro che svolgono professioni, hobby e attività che richiedono concentrazione. Può essere utile anche a coloro che tendono a distrarsi facilmente. 

Conclusioni

La cannabis viene ancora percepita come una sostanza stupefacente dannosa. Tuttavia sempre più ricerche non fanno altro che smentire questa credenza. Ogni volta che viene scoperto e testato un nuovo principio attivo della cannabis, si scoprono nuovi benefici che fino ad allora erano rimasti sconosciuti. 

Speriamo che la ricerca prosegua e che sempre più persone prendano consapevolezza delle proprietà di questa pianta straordinaria. Continua a seguire il nostro blog per restare informato su tutti gli aggiornamenti e le novità in questo ambito.

Scrivere una recensione

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *