15% di sconto di Benvenuto con coupon KARMA15 / Spedizione gratuita per ordini superiori a 50 € / 20g di Trim Premium CBD in omaggio nel tuo ordine 📦 / We ship all over Europe

HHCPO: l'alternativa legale al THC?
  • 0

La cannabis è una miniera di sostanze che ancora non conosciamo completamente. Più la studiamo, più scopriamo nuovi cannabinoidi ricchi di benefici e proprietà. Come se non bastasse, le molecole naturali della cannabis possono essere ulteriormente elaborate. Ciò permetterebbe di creare una quantità indefinibile di altre sostanze. L’HHCPO è una delle molecole sintetiche più recenti create. Questo deriva dall’HHC, una molecola simile all’THC, con effetti psicotropi. In quanto tale, l’HHCPO potrebbe essere un’alternativa legale al THC, per chi nella cannabis cerca anche l’effetto high. In questo articolo, vi diremo tutto ciò che c’è da sapere sull’HHCPO. Vedremo quali sono i suoi effetti e se è davvero sicuro oppure no. Vi daremo anche alcuni consigli per usarlo in modo sicuro, nel caso vogliate provarlo.

Cos’è l’HHCPO e come si ottiene?

L’HHCPO, o acetato di esaidrocannabiforolo-O, è un cannabinoide sintetico, la versione idrogenata e acetilata dell’HHCP, a sua volta derivato dall’HHC. Parliamo dalla molecola iniziale: l’esaidrocannabinolo, o HHC. L’HHC è un composto naturale presente nella cannabis. Non è uno dei cannabinoidi più noti e studiati, ma alcune ricerche dimostrano che l’HHC si forma attraverso un processo di biosintesi naturale di altri cannabinoidi, compreso il THC. Questo spiegherebbe perché HHC e THC hanno effetti psicotropi piuttosto simili.

  • Dall’HHC all’HHCP

L’HHCP non è altro che una forma modificata in laboratorio dell’HHC. Si ottiene con l’aggiunta di due atomi di carbonio nella catena alchilica nella coda della struttura chimica. La maggiore lunghezza della catena alchilica permette all’HHCP di avere un maggiore legame con i recettori dei cannabinoidi del cervello. Secondo le ricerche condotte finora, il cannabinoide HHCP sarebbe una volta e mezzo o due volte più potente dell’HHC

  • Dall’HHCP all’HHCPO

La produzione dell’HHCPO prevede un ulteriore processo di sintesi chimica in laboratorio. Tale sintesi dell’HHCPO avviene tramite l’acetilazione dell’HHCP. L’acetilazione consiste nell’aggiunta di un gruppo acetile alla molecola originale. Questo ne modifica la struttura chimica, conferendo all’HHCPO una maggiore potenza e maggiori effetti psicoattivi rispetto all’HHCP. Il risultato è una molecola estremamente potente e psicoattiva. Pare, infatti, che l’HHCPO si leghi ai recettori CB1 in modo fino a 30 volte più efficiente, aumentando di circa 10 volte la potenza dell’HHCP.

HHCPO: l'alternativa legale al THC?
L’HHCPO è un cannabinoide sintetico, prodotto in laboratorio.

Quali effetti e benefici ha l’HHCPO?

Non sono ancora state condotte ricerche approfondite sull’HHCPO. Tuttavia è risaputo che i cannabinoidi, sono interessanti, dal punto di vista medico, per il loro potenziale sul dolore, sull’infiammazione o anche sullo stress e sull’ansia.

Secondo alcuni ricercatori, l’HHCPO contiene uguali proprietà antidolorifiche e antinfiammatorie. Potrebbe alleviare notevolmente il dolore cronico, l’infiammazione, la nausea, l’epilessia e persino il glaucoma. Potrebbe anche avere effetti antitumorali, inducendo l’apoptosi (cioè la morte programmata) delle cellule tumorali. Tuttavia, queste ipotesi devono ancora essere confermate da rigorosi studi clinici. Chi lo ha utilizzato, dice di essersi sentito effettivamente più calmo e rilassato, al di là degli effetti psicotropi.

Riguardo l’uso ricreativo, restiamo sempre nel campo delle prove aneddotiche. Chi lo ha provato afferma che l’HHCPO abbia effetti psicoattivi ancora più potenti dell’HHCP. Lo sballo che causa sarebbe simile a quello del THC, se non più potente.

Alcuni utenti segnalano sensazioni di benessere, euforia, rilassamento e apertura mentale dopo aver fatto uso di HHCPO. Altri hanno confermato che può aumentare l’immaginazione, la creatività e l’introspezione. L’HHCPO potrebbe quindi essere utilizzato per scopi ricreativi o spirituali, per esplorare la propria coscienza, per esprimere le proprie qualità artistiche o per trascorrere semplicemente un’ora gradevole.

L’HHCPO, infine, potrebbe rappresentare un’alternativa alla cannabis per le persone che non desiderano consumare THC o che sono sottoposte a test di screening antidroga. Infatti, l’HHCPO non viene rilevato nelle analisi delle urine o della saliva, perché non si trasforma in THC-COOH nell’organismo. Potrebbe quindi consentire di beneficiare degli effetti della cannabis senza il timore ripercussioni.

Amnesia Haze CBD Idroponica – HHCPO 7%

21,00 170,00 

Fiori di Amnesia Haze CBD Idroponica – HHCPO 7% coltivati in Svizzera Indoor con sistema idroponico. Aroma freschissimo al limone e spezie. L’alto contenuto di cannabidiolo (CBD) e di HHCPO è conforme alla normativa vigente in Italia e in Europa. Fiori con effetto rilassante e calmante, ideali per l’uso terapeutico contro lo stress e l’ansia.…

Leggi tutto…

L’HHCPO è legale?

L’HHCPO è un cannabinoide sintetico, ovvero una molecola creata in laboratorio a partire da precursori naturali o artificiali. Lo scopo è eludere le leggi sulla cannabis, riproducendo gli effetti psicotropi ma in modo legale. Attualmente, l’HHCPO non è classificato come narcotico e, in Europa, non è considerato un farmaco. Ciò lo rende tecnicamente legale. Può quindi essere venduto e consumato liberamente, sotto forma di infiorescenze, oli, resine o e-liquid.

Effetti collaterali ed utilizzo sicuro dell’HHCPO

Il fatto che sia legale non significa che l’HHCPO sia sicuro. In effetti, i cannabinoidi sintetici sono poco studiati e i loro effetti a lungo termine sono sconosciuti. 

È quindi difficile controllare la dose ingerita ed evitare sovradosaggi o interazioni farmacologiche. 

L’HHCPO può portare a effetti indesiderati come:

  • occhi rossi, secchezza delle fauci, appetito.
  • Aumento della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna.
  • Calo della temperatura corporea.
  • Cambiamento nella memoria e nelle funzioni cognitive.
  • Ansia, paranoia o psicosi.
  • Dipendenza fisica e psicologica.
  • Sonnolenza.

Va ricordato, inoltre, che l’HHCPO attiva i recettori CB1 e CB2 in modo forte e duraturo. Come GreenKarma, consigliamo il consumo di HHCPO in piccole dosi, almeno all’inizio, e variare in base alla risposta del proprio organismo. Non mescolarlo con altre sostanze, soprattutto alcol o farmaci. Raccomandiamo di non guidare o utilizzare attrezzature pesanti quando si è sotto l’effetto dell’HHCPO.

Non consumarlo da solo o in un ambiente stressante. Tieni a portata di mano un kit di pronto soccorso nel caso in cui non ti senti bene o fai un brutto viaggio. Consulta immediatamente il medico se, dopo l’utilizzo di HHCPO avverti sintomi persistenti o preoccupanti. Per maggior sicurezza, consigliamo di acquistare HHCPO da uno shop affidabile, che controlla la qualità del prodotto. Sconsigliamo l’uso alle donne incinte e ai minorenni

Conclusioni

L’HHCPO, un cannabinoide potente che offre un’esperienza intensa. Tuttavia, i suoi effetti a lungo termine restano in gran parte sconosciuti. Come GreenKarma, siamo felici di portarvi con noi a conoscere l’affascinante mondo della cannabis e dei cannabinoidi ma, come sempre, mettiamo sempre la sicurezza al primo posto, soprattutto quando si tratta di prodotti ancora così poco noti. Perciò, se volete provare gli effetti dell’HHCPO, fatelo con cautela, moderazione e responsabilità.

Scrivere una recensione

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *