15% di sconto di Benvenuto con coupon KARMA15 / Spedizione gratuita per ordini superiori a 50 € / 20g di Trim Premium CBD in omaggio nel tuo ordine / We ship all over Europe

CBD effetti
  • 0

Usate CBD regolarmente per scopi terapeutici? Allora vi sarete sicuramente chiesti quanto tempo questa sostanza rimane nel corpo e per quanto tempo ha effetto. Saperlo vi permette di regolare la frequenza d’uso, massimizzando i benefici. La risposta però non è semplice, perché ci sono diversi fattori da considerare. Vediamo nello specifico quanto durano gli effetti del CBD nel nostro organismo e qual è la differenza tra durata degli effetti e della permanenza nel corpo.

Breve panoramica degli effetti del CBD nel nostro organismo

Più volte nel nostro blog abbiamo parlato degli effetti che il CBD ha sul corpo. Prima di parlare della durata, ricapitoliamo i suoi benefici terapeutici.

Salute cardiovascolare

Il CBD può avere effetti positivi sulla salute cardiovascolare. Molti studi suggeriscono che riduce la pressione sanguigna e lo stress ossidativo, migliorando la salute del cuore. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, potrebbe ridurre l’infiammazione arteriosa, contribuendo alla prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Salute cerebrale

Il CBD ha effetti neuroprotettivi, cioè protegge le cellule nervose dai danni. Può, inoltre, promuovere la crescita di nuove cellule del cervello. Molte ricerche stanno esaminando i benefici del CBD contro vari disturbi neurologici, come epilessia, sclerosi multipla e morbo di Alzheimer. I risultati ottenuti finora sono molto promettenti.

Stress e ansia

Il CBD è comunemente usato per diminuire stress e ansia. Dato che interagisce con i recettori del sistema endocannabinoide, può regolare l’umore e le risposte emotive. Inoltre riduce i livelli di ansia, favorendo un senso di calma e benessere. Il CBD ha effetti rilassanti e può favorire il sonno, migliorandone la qualità.

Dolori e infiammazioni

Il CBD ha importanti proprietà analgesiche e antinfiammatorie. Interagendo con i recettori del dolore del sistema nervoso, modula la risposta del corpo all’infiammazione e la percezione del dolore. Il CBD risulta efficace contro diversi tipi di dolore, inclusi dolori cronici, dolore neuropatico e infiammazioni

Fattori che influenzano la durata degli effetti del CBD nell’organismo

Gli effetti del CBD (cannabidiolo) sono relazionati al modo in cui questo interagisce con il sistema endocannabinoide del corpo. La loro durata dipende da diversi fattori.

  • Dosaggio e frequenza d’uso

Come per tutte le sostanze, maggiore è la dose assunta più a lungo il CBD rimarrà nel corpo. In proposito è stato effettuato uno studio nel 2005, pubblicato sulla rivista Therapeutic Drug Monitoring. Lo studio ha scoperto che 1,35 milligrammi di CBD restavano nel sangue per circa sei ore dopo l’assunzione. Dosi più elevate, tuttavia, venivano rilevate molte più ore dopo.

Anche la frequenza d’uso è determinante. Se utilizzato spesso, infatti, il CBD si accumula nei nostri tessuti adiposi per un lungo periodo di tempo. Se usato solo occasionalmente, sparirà dall’organismo più velocemente.

  • Il tuo corpo

Il corpo di ognuno è diverso, ecco perché il CBD e altre sostanze hanno effetti diversi su persone diverse. I fattori che possono influenzare la durata degli effetti del CBD nel corpo sono: massa corporea, livello d’idratazione, metabolismo, ecc.

  • Come e cosa mangi

Quanto e cosa mangi possono avere un impatto sul modo in cui il tuo corpo elabora il CBD. Dopo aver consumato un pasto ricco di grassi, i livelli di CBD nel flusso sanguigno sono più elevati. Se consumi CBD a stomaco vuoto e non mangi subito dopo, il CBD lascerà il tuo organismo prima. Mangiare cibi ricchi di grassi, come avocado, formaggio e noci, ha l’effetto opposto.

  • Formato del CBD

Il formato del CBD può influire sulla durata degli effetti e della sua permanenza nell’organismo. Secondo uno studio del 2018, se il CBD viene inalato o fumato, entrerà nel e uscirà dal flusso sanguigno molto velocemente. L’olio di CBD può rimanere nel tuo organismo più a lungo, fino a due o cinque giorni

Olio di CBD Full Spectrum 30%

59,90 119,90 

Flacone da 10 mL o 30 mL con contagocce, Olio di CBD Full Spectrum 30%, all’olio extravergine di canapa Bio. Ingredienti: Olio extravergine di canapa Bio, Estratto di Canapa Cannabis Sativa L. (di cui 30% di CBD). Peso: 10 ml, pari a 200 gocce, 15 mg di CBD per goccia. 30 ml, pari a 600…

Leggi tutto…

  • Farmaci e malattie del fegato

Alcune condizioni mediche possono influire sulla durata della permanenza e degli effetti del CBD nel nostro corpo. Il CBD viene metabolizzato dal fegato. Le persone con malattie epatiche o che assumono altri farmaci metabolizzati dal fegato potrebbero avere un metabolismo alterato del CBD. Il fegato, infatti, contiene enzimi che aiutano il corpo a scomporre i farmaci e altri composti. Alcuni farmaci possono aumentare o diminuire l’attività di questi enzimi. Poiché il CBD viene metabolizzato dagli enzimi epatici, la durata degli effetti potrebbe risultare compromessa.

Durata degli effetti e permanenza del CBD nel nostro organismo

Una volta assunto il CBD, potremmo percepire i suoi effetti per un lasso di tempo che varia tra le 2 alle 6 ore. Tuttavia, superato questo periodo di tempo, il CBD non svanisce dal nostro corpo, ma resta ancora a lungo. I fattori che influenzano la sua permanenza sono gli stessi che influenzano la durata degli effetti.

L’emivita del CBD, cioè il tempo necessario affinché metà della quantità di una sostanza venga eliminata dal corpo, è di circa 1-2 giorni. Tracce di CBD, però, possono restare nell’organismo ancora più a lungo, soprattutto se ne facciamo un uso costante.

Uno studio pubblicato sul Journal of Analytical Toxicology (2020) ha scoperto che il CBD nelle urine poteva essere rilevato anche dopo quattro o cinque giorni dall’ingestione. Ecco una breve panoramica dell’emivita e della permanenza effettiva del CBD nell’organismo:

  • Prodotti sublinguali (spray e gocce): emivita tra 1,4 e 10,9 ore, permanenza 2-5 giorni.
  • Prodotti orali (capsule ed edibili): emivita 2-5 giorni, permanenza circa 2 settimane.
  • Fumo e svapo: emivita di circa 4 ore, permanenza fino a 2 o 3 giorni.

Non è escluso che il CBD possa continuare a influire sul nostro organismo in background, anche dopo che gli effetti non vengono più percepiti dal consumatore.

Conclusione

Speriamo che questo articolo sia riuscito a fare un po’ di chiarezza sulla durata degli effetti e della permanenza del CBD nel nostro organismo. Ora che avete appreso queste nozioni, potrete fare un uso di CBD ancora più consapevole e regolare la frequenza di assunzione in base a quanto detto finora. Continuate a seguire il nostro blog per altri articoli informativi come questo. Date un’occhiata al nostro catalogo, dove troverete solo prodotti naturali CBD di altissima qualità.

Scrivere una recensione

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *