15% di sconto di Benvenuto con coupon KARMA15 / Spedizione gratuita per ordini superiori a 50 € / 20g di Trim Premium CBD in omaggio nel tuo ordine 📦 / We ship all over Europe

Tourette cannabis
  • 0

La sindrome di Tourette è una condizione neurologica caratterizzata da movimenti involontari e vocalizzazioni (tic). La cannabis terapeutica e medica, contenente CBD e THC, potrebbe essere un rimedio per lenire i sintomi. Purtroppo gli studi sull’efficacia della cannabis contro questa condizione è ancora in corso. Nell’articolo, vedremo se la cannabis terapeutica può aiutare per la Sindrome di Tourette e a che punto è la ricerca. Se siete affetti da questa condizione o se lo è un vostro caro, potreste trovare la seguente lettura molto interessante.

Cos’è la sindrome di Tourette, sintomi e trattamenti

La sindrome di Tourette è una condizione del sistema nervoso che provoca svariati tic. I tic sono contrazioni, movimenti o suoni improvvisi e incontrollabili che le persone eseguono ripetutamente. Questi possono essere motori, cioè consistono in movimenti del corpo, e vocali. Esempi di tic vocali includono canticchiare, schiarirsi la gola o urlare una parola o una frase.

I tic della Tourette si manifestano, di solito, quando il bambino ha dai 5 ai 10 anni di età. Nella maggior parte dei casi, i tic diminuiscono durante l’adolescenza e nella prima età adulta e talvolta scompaiono del tutto. In altri casi, le persone affette dalla Tourette non solo manifestano i tic da adulti, ma questi possono addirittura peggiorare.

Sebbene non esista una cura per la Tourette, ci sono dei trattamenti che aiutano a gestire o a far diminuire i tic. Questi vengono prescritti quando i tic interferiscono con le normali attività quotidiane o quando generano stress. Vengono prescritti anche se provocano dolore o lesioni alla persona che li manifesta. I farmaci attualmente disponibili per la Tourette, però, hanno spesso dei gravi effetti collaterali. Perciò è importante chiarire se per la sindrome di Tourette la cannabis medica e terapeutica può essere un’alternativa efficace.

Ricerca sulla Cannabis per Tourette: a che punto siamo?

Per rispondere a questa domanda, prendiamo come riferimento l’articolo presente sul sito della TAA. La TAA, Tourette Association of America, è un’organizzazione nazionale no-profit fondata negli Stati Uniti. Si occupa di promuovere e finanziare la ricerca sulla sindrome di Tourette negli Stati Uniti e in altri Paesi. 

Secondo l’articolo, sempre più persone affette da sindrome di Tourette desiderano integrare la cannabis terapeutica per alleviare sintomi e tic. Il problema è che a risultare più efficace sulla Tourette non è il CBD ma il THC. Mentre il CBD è legale sia in Europa che negli USA, il THC non lo è. Esistono dei farmaci a base di THC, ma questi vengono somministrati esclusivamente dai medici nell’ambito di specifici trattamenti. In Italia e in Europa, il limite di THC ammesso per uso medico è dell’8%. Sebbene sia possibile usare il THC in ambito medicinale, il fatto che sia incluso nella lista degli stupefacenti rappresenta un limite per la ricerca scientifica.

Per quanto riguarda il CBD, invece, non abbiamo dati sufficienti per sostenere che, da solo, sia efficace per la Tourette. I benefici del CBD, però, non sono da escludere e la sua efficacia terapeutica è provata scientificamente. Il cannabidiolo si è già dimostrato efficace contro varie patologie anche gravi. Esse includono alcune forme di epilessia, vari disturbi neurologici e neuropsichiatrici, morbo di Parkinson, Alzheimer, ecc. È provato, anche, che il CBD ha effetti positivi sull’ansia. L’ansia, nei pazienti affetti da sindrome di Tourette, aumenta la frequenza e la gravità dei tic. Molte persone con Tourette hanno affermato di aver trovato nel CBD un valido alleato contro ansia e stress.

I dati che abbiamo attualmente sono il risultato di studi effettuati su campioni troppo piccoli. Per questo motivo non possono essere considerati di valenza scientifica. Altre informazioni derivano da casi aneddotici che, in quanto tali, non possono essere considerati validi per tutti pazienti. Inoltre, se da una parte diverse persone con Tourette hanno riscontrato dei benefici dall’uso di cannabis terapeutica, dall’altra molti hanno segnalato nessun effetto o effetti collaterali.

Cura della sindrome di Tourette con la cannabis, cosa aspettarci nei prossimi anni?

La marijuana per scopi medici, con THC massimo dell’8%, viene impiegata per trattare varie patologie. Esse comprendono anche le condizioni che causano spasmi muscolari, convulsioni e dolore cronico. Nello specifico caso della Tourette, CBD e THC hanno il potenziale per lenire la sindrome e i suoi sintomi, ma mancano studi clinici randomizzati, effettuati su larga scala e controllati con placebo.

A causa di ciò non possiamo affermare con certezza che la cannabis sia un’alternativa valida per la sindrome di Tourette. Ciò non vuol dire che in futuro la sua efficacia non venga accertata. Diversi ricercatori in tutto il mondo, finanziati proprio dalla TAA, stanno già portando avanti gli studi in questo senso. In Germania, per esempio, alcuni ricercatori stanno eseguendo un ampio studio controllato con placebo. Il fine è quello di indagare non solo l’efficacia ma anche la sicurezza della cannabis nei pazienti con sindrome di Tourette. 

La cannabis terapeutica legale in Italia è efficace?

Finora abbiamo parlato della cannabis di uso medico, con THC interiore all’8%. Per quanto riguarda la canapa terapeutica legale, vale un altro discorso. Come detto, il THC è il principio attivo che sembra portare più benefici contro la sindrome di Tourette. Nella canapa legale, questo è inferiore allo 0,6%, quindi non avrebbe effetti significativi sui tic. Tuttavia, per i pazienti affetti da Tourette, olio cbd, resine e infiorescenze, che sono ricche di CBD, potrebbero portare qualche beneficio nel lenire l’ansia e rilassare i muscoli, con conseguenze positive anche sui tic.

Conclusioni

Purtroppo passeranno degli anni prima di avere dei risultati più concreti e scientificamente validi sull’utilità terapeutica della cannabis per la Sindrome di Tourette. Nonostante questo, chi soffre di Tourette, potrebbe valutare col proprio medico la prescrizione di farmaci a base di cannabis medica. Oppure potrebbe provare i prodotti a base di CBD per capire se, nel proprio caso, funzionano per la Tourette: olio CBD e resine sono ottime opzioni perché ricche di cannabidiolo. Ricordate che il CBD entra in contrasto con alcuni farmaci, quindi, prima di farne uso, è meglio consultare il proprio medico curante.

Scrivere una recensione

Il tuo indirizzo e-mail non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati da *